Affidati a BMB System per la realizzazione di pavimentazioni industriali in calcestruzzo e rampe antiscivolo!

Pavimenti industriali: soluzioni specifiche per ogni esigenza!

Dovete realizzare pavimenti industriali e non sapete a chi rivolgervi?
Ecco alcune utili informazioni da tenere presente nella scelta della ditta...

La realizzazione di pavimenti industriali richiede che la ditta esecutrice studi attentamente soluzioni specifiche che tengano in considearzione l’attività lavorativa svolta nell’ambiente.

Se ad esempio, nell’industria è previsto l’utilizzo di macchinari ad alta precisione con transito di carrelli computerizzati, è necessario realizzare pavimenti industriali a planarità controllata; se, invece, l’attività lavorativa nell’ambiente prevede l’impiego di sostanze aggressive, i pavimenti industriali dovranno presentare una particolare resistenza fisico-chimica al deterioramento esercitato da queste sostanze.

E’ evidente, quindi, che le soluzioni ottimali devono essere progettate caso per caso.

In generale, comunque, i pavimenti industriali devono garantire prima di tutto alta durabilità nel tempo e resistenza a tensioni o forze di distorsione connesse al lavoro svolto nell’industria.

Se cercate ditte che operano nel settore della realizzazione pavimenti industriali, è necessario, quindi che vi affidiate a ditte esperte, competenti e specializzate in questo settore, che sappiano comprendere le vostre esigenze e realizzare soluzioni specifiche per le vostre esigenze.

Desideriamo segnalarvi, in questo sito, le società che vantano una cospicua esperienza e che operano con competenza e serietà sul territorio nazionale.


BMB System

BMB System - pavimentazioni industriali in calcestruzzoBMB System, situata a Pontenure (Piacenza), è una società del gruppo Trust Company specializzata nella realizzazione di pavimenti industriali per settore logistica, opera in tutta Italia con dipendenti diretti ed è in grado di fornire assistenza sui cantieri con l'ausilio di proprie maestranze.

Per maggiori approfondimenti leggete la scheda pavimenti industriali »




Per suggerimenti su collegamenti esterni leggi la pagina Links »
BMB System - pavimentazioni industriali
BMB System s.r.l.


realizza:

  • pavimentazioni in calcestruzzo
  • pavimentazioni industriali
  • rampe antiscivolo
  • pavimentazionii civili

Per informazioni e preventivi chiamaci al


Tel. 0377.379.020

visita il sito
www.pavimentazioni-industriali.it


pavimentazioni industriali - BMB System

alcuni pavimenti industriali realizzati da BMB System

rampe antiscivolo - pavimentazioni industriali















NEWS

  • Cessioni di terreni per impianti fotovoltaici, ecco come tassarle
    22/08/2014 - Per capire se la cessione del diritto di superficie su un terreno deve essere tassata bisogna considerare il termine quinquennale e non le modalità con cui è stato acquisito il diritto.   Il chiarimento è arrivato dalla Corte di Cassazione, che con la sentenza 15333/2014 è intervenuta sulle cessioni di terreni agricoli per la realizzazione di impianti fotovoltaici, contraddicendo quanto previsto dalla circolare 36/E/2013 dell’Agenzia delle Entrate.   La Cassazione ha ricordato che si ha cessione del diritto di superficie quando il proprietario di un suolo permette ad un altro soggetto di costruirci sopra un immobile, come ad esempio u impianto fotovoltaico.   La Corte di Cassazione ha aggiunto che la cessione del diritto di superficie è assimilabile alla cessione a titolo oneroso della proprietà piena e che va quindi applicato l’articolo 9 comma 5 del TUIR, Testo unico delle imposizioni sui reddit..Continua a leggere su Edilportale.comfonte: http://www.edilportale.com(riproduzione riservata)
  • Bonus del 35% per assunzioni qualificate, domande da settembre
    21/08/2014 - Al via dal 15 settembre le domande per il credito d’imposta del 35% riservato alle imprese che assumono personale altamente qualificato. È stato infatti firmato dal Ministero dello Sviluppo economico il decreto 28 luglio 2014, che definisce le modalità di presentazione delle istanze.   L’agevolazione, ricordiamo, è stata istituita dall’articolo 24 del Decreto Sviluppo (DL 83/2012) e disciplinata dal DM 23 ottobre 2013, per contrastare l’eccessiva diffusione di contratti a termine nel settore della ricerca e dello sviluppo e consiste in un credito d’imposta del 35% delle spese per l’assunzione di dottori di ricerca con titolo conseguito presso una università italiana o estera, e di personale in possesso di una laurea magistrale in ambito tecnico o scientifico.   Le risorse finanziarie effettivamente disponibili per la concessione del credito d’imposta, come comunicato dal Ministero dell&rs..Continua a leggere su Edilportale.comfonte: http://www.edilportale.com(riproduzione riservata)
  • Urbanistica, dalle gare non si possono escludere i progettisti
    20/08/2014 – La redazione di un piano di governo del territorio (PGT) non è un’attività di ricerca e non può quindi essere affidata ad una Università. È la conclusione cui è giunto il Consiglio di Stato con la sentenza 3130/2014.   La questione è iniziata quando un Comune ha bandito una gara per l’affidamento dell’incarico di studio e consulenza per la redazione del PGT comunale. Nell’avviso di selezione si precisava che le università dovevano essere considerate soggetti più idonei per l’approccio multidisciplinare ed innovativo che avrebbero utilizzato.   Una regola che non era piaciuta alla Consulta regionale degli ordini degli ingegneri, che aveva quindi presentato ricorso al Tar. Il Tribunale Amministrativo aveva però respinto l’istanza affermando che il diritto comunitario consente alle amministrazioni aggiudicatrici di stipulare accordi con altre am..Continua a leggere su Edilportale.comfonte: http://www.edilportale.com(riproduzione riservata)
  • Inquinamento acustico, a norma solo il 51% dei Comuni italiani
    19/08/2014 – L’Italia è un Paese rumoroso. Lo denuncia l’annuario Ispra, Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale, che ha fatto il punto della situazione anche su consumo di suolo e siti contaminati.   Inquinamento acustico In base ai controlli effettuati nel 2012 su attività commerciali e produttive, il 42,6% delle sorgenti di rumore ha presentato almeno un superamento dei limiti normativi.   Il problema, risolvibile con la classificazione acustica, è stato affrontato solo nel 51% dei Comuni italiani.   In particolare, le Regioni con la percentuale di comuni zonizzati più elevata sono Marche e Toscana, col 97% di Comuni che hanno affrontato il tema della classificazione acustica.   La percentuale di Comuni che hanno avviato iniziative in tal senso è pari al 96% in Valle d’Aosta, all’84% in Liguria, all’83% in Lombardia, al 76% in Provincia di Trento, al 73% in Piem..Continua a leggere su Edilportale.comfonte: http://www.edilportale.com(riproduzione riservata)