Affidati a BMB System per la realizzazione di pavimentazioni industriali in calcestruzzo e rampe antiscivolo!

Pavimenti industriali: soluzioni specifiche per ogni esigenza!

Dovete realizzare pavimenti industriali e non sapete a chi rivolgervi?
Ecco alcune utili informazioni da tenere presente nella scelta della ditta...

La realizzazione di pavimenti industriali richiede che la ditta esecutrice studi attentamente soluzioni specifiche che tengano in considearzione l’attività lavorativa svolta nell’ambiente.

Se ad esempio, nell’industria è previsto l’utilizzo di macchinari ad alta precisione con transito di carrelli computerizzati, è necessario realizzare pavimenti industriali a planarità controllata; se, invece, l’attività lavorativa nell’ambiente prevede l’impiego di sostanze aggressive, i pavimenti industriali dovranno presentare una particolare resistenza fisico-chimica al deterioramento esercitato da queste sostanze.

E’ evidente, quindi, che le soluzioni ottimali devono essere progettate caso per caso.

In generale, comunque, i pavimenti industriali devono garantire prima di tutto alta durabilità nel tempo e resistenza a tensioni o forze di distorsione connesse al lavoro svolto nell’industria.

Se cercate ditte che operano nel settore della realizzazione pavimenti industriali, è necessario, quindi che vi affidiate a ditte esperte, competenti e specializzate in questo settore, che sappiano comprendere le vostre esigenze e realizzare soluzioni specifiche per le vostre esigenze.

Desideriamo segnalarvi, in questo sito, le società che vantano una cospicua esperienza e che operano con competenza e serietà sul territorio nazionale.


BMB System

BMB System - pavimentazioni industriali in calcestruzzoBMB System, situata a Pontenure (Piacenza), è una società del gruppo Trust Company specializzata nella realizzazione di pavimenti industriali per settore logistica, opera in tutta Italia con dipendenti diretti ed è in grado di fornire assistenza sui cantieri con l'ausilio di proprie maestranze.

Per maggiori approfondimenti leggete la scheda pavimenti industriali »




Per suggerimenti su collegamenti esterni leggi la pagina Links »
BMB System - pavimentazioni industriali
BMB System s.r.l.


realizza:

  • pavimentazioni in calcestruzzo
  • pavimentazioni industriali
  • rampe antiscivolo
  • pavimentazionii civili

Per informazioni e preventivi chiamaci al


Tel. 0377.379.020

visita il sito
www.pavimentazioni-industriali.it


pavimentazioni industriali - BMB System

alcuni pavimenti industriali realizzati da BMB System

rampe antiscivolo - pavimentazioni industriali















NEWS

  • Decreto Sblocca Italia approvato con voto di fiducia alla Camera
    24/10/2014 - Con 316 voti favorevoli e 138 contrari, ieri sera la Camera ha votato la fiducia sulla Legge di conversione del DL Sblocca Italia. L’Aula di Montecitorio ha approvato il testo della Commissione Ambiente, modificato dopo i numerosi rilievi della Ragioneria dello Stato.   Oltre alla clamorosa bocciatura della riduzione al 4% dell’Iva per chi usufruisce dei bonus per le ristrutturazioni e la riqualificazione energetica e alla reintroduzione dell’obbligo di affittare a canone concordato le case acquistate con la deduzione Irpef del 20% (leggi tutto), il testo è stato modificato in molte altre parti rispetto al decreto-legge.   Le novità Un Regolamento Edilizio Unico sostituirà gli oltre 8 mila regolamenti comunali oggi vigenti. Il regolamento-tipo sarà adottato da Governo, Regioni ed autonomie locali in Conferenza Unificata.   Al fine di consentire la continuità dei cantieri in corso o ..Continua a leggere su Edilportale.comfonte: http://www.edilportale.com(riproduzione riservata)
  • Norme Tecniche Costruzioni, oggi in CSLLPP la nuova bozza
    24/10/2014 - Oggi il Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici avvierà la discussione della bozza di revisione delle Norme Tecniche per le Costruzioni.   Lo ha annunciato il Presidente del CSLLPP, Massimo Sessa, nel corso di un convegno al Saie di Bologna. Il processo di revisione dovrebbe dare alcuni importanti risultati entro fine anno, per poi continuare nel 2015 con la completa riscrittura delle NTC 2008 (DM 14 gennaio 2008).   Il nuovo testo è stato presentato per la prima volta in CSLLPP nel luglio 2013. Da allora i tecnici hanno proseguito la revisione dei diversi capitoli. La bozza che sarà sottoposta oggi al voto è stata approvato dalla commissione relatrice tre giorni fa.   Tempi molto stretti, che hanno provocato qualche polemica. “La bozza è stata inviata ai componenti effettivi del Consiglio il 22 ottobre scorso alle ore 15.37 ed un ulteriore invio è stato fatto il giorno successivo alle 12.28” - ha..Continua a leggere su Edilportale.comfonte: http://www.edilportale.com(riproduzione riservata)
  • Chi progetta un'opera può partecipare alla gara per realizzarla
    24/10/2014 - Il progettista di un’opera potrà partecipare alla gara per realizzarla. È stata approvata in via definitiva la Legge europea 2013-bis, che introduce novità anche in materia di avvalimento plurimo e ritardati pagamenti da parte della Pubblica Amministrazione.   Progettazione Gli affidatari degli incarichi di progettazione non saranno più esclusi dalle gare d’appalto per la realizzazione delle opere da loro progettate. Il progettista potrà quindi partecipare alla gara se dimostra che l’esperienza acquisita nello svolgimento degli incarichi di progettazione non determina un vantaggio tale da falsare la concorrenza con gli altri operatori. Viene quindi cancellata la restrizione contenuta nel Codice Appalti, in cui si dava per scontato che consentendo al progettista di partecipare alla gara ci sarebbe stata un’alterazione delle dinamiche concorrenziali. Avvalimento plurimo Per ottenere la qualifi..Continua a leggere su Edilportale.comfonte: http://www.edilportale.com(riproduzione riservata)
  • Iva al 4% sui lavori di ristrutturazione: Unicmi rilancia l'idea
    24/10/2014 - La proposta di ridurre dal 10 al 4% l’Iva sui lavori di ristrutturazione e di riqualificazione energetica agevolati con le detrazioni fiscali è stata definitivamente bocciata dalla Camera.   Era contenuta in un emendamento al ddl di conversione del DL Sblocca Italia approvato dalla Commissione Ambiente e prevedeva di compensare la riduzione con l’aumento dal 4 al 10% dell’Iva per le nuove costruzioni vendute dalle imprese.   Non ha passato l’esame della Ragioneria dello Stato perché avrebbe causato “il deferimento dell’Italia alla Corte di Giustizia europea per la violazione delle direttive in materia fiscale” e perché non aveva adeguate coperture finanziarie.   La proposta ha fatto infuriare le imprese edili, prime vittime dell’aumento dell’Iva sulle nuove costruzioni. Il presidente dell’Ance Paolo Buzzetti ha definito la proposta “una stortura finanziariamente in..Continua a leggere su Edilportale.comfonte: http://www.edilportale.com(riproduzione riservata)