Affidati a BMB System per la realizzazione di pavimentazioni industriali in calcestruzzo e rampe antiscivolo!

Pavimenti industriali: soluzioni specifiche per ogni esigenza!

Dovete realizzare pavimenti industriali e non sapete a chi rivolgervi?
Ecco alcune utili informazioni da tenere presente nella scelta della ditta...

La realizzazione di pavimenti industriali richiede che la ditta esecutrice studi attentamente soluzioni specifiche che tengano in considearzione l’attività lavorativa svolta nell’ambiente.

Se ad esempio, nell’industria è previsto l’utilizzo di macchinari ad alta precisione con transito di carrelli computerizzati, è necessario realizzare pavimenti industriali a planarità controllata; se, invece, l’attività lavorativa nell’ambiente prevede l’impiego di sostanze aggressive, i pavimenti industriali dovranno presentare una particolare resistenza fisico-chimica al deterioramento esercitato da queste sostanze.

E’ evidente, quindi, che le soluzioni ottimali devono essere progettate caso per caso.

In generale, comunque, i pavimenti industriali devono garantire prima di tutto alta durabilità nel tempo e resistenza a tensioni o forze di distorsione connesse al lavoro svolto nell’industria.

Se cercate ditte che operano nel settore della realizzazione pavimenti industriali, è necessario, quindi che vi affidiate a ditte esperte, competenti e specializzate in questo settore, che sappiano comprendere le vostre esigenze e realizzare soluzioni specifiche per le vostre esigenze.

Desideriamo segnalarvi, in questo sito, le società che vantano una cospicua esperienza e che operano con competenza e serietà sul territorio nazionale.


BMB System

BMB System - pavimentazioni industriali in calcestruzzoBMB System, situata a Pontenure (Piacenza), è una società del gruppo Trust Company specializzata nella realizzazione di pavimenti industriali per settore logistica, opera in tutta Italia con dipendenti diretti ed è in grado di fornire assistenza sui cantieri con l'ausilio di proprie maestranze.

Per maggiori approfondimenti leggete la scheda pavimenti industriali »




Per suggerimenti su collegamenti esterni leggi la pagina Links »
BMB System - pavimentazioni industriali
BMB System s.r.l.


realizza:

  • pavimentazioni in calcestruzzo
  • pavimentazioni industriali
  • rampe antiscivolo
  • pavimentazionii civili

Per informazioni e preventivi chiamaci al


Tel. 0377.379.020

visita il sito
www.pavimentazioni-industriali.it


pavimentazioni industriali - BMB System

alcuni pavimenti industriali realizzati da BMB System

rampe antiscivolo - pavimentazioni industriali















NEWS

  • Progettazione, incentivo 2% riconosciuto in base ai risultati anche ai dirigenti pubblici
    31/07/2014 – Votata alla Camera la fiducia sul ddl Semplificazioni (per la conversione del DL 90/2014). Modifiche all’incentivo del 2% per i progettisti della Pubblica Amministrazione, appalti centralizzati nei comuni non capoluogo e obbligo di comunicazione delle varianti in corso d’opera all’ANAC costituiscono le principali novità del provvedimento, che passa ora all’esame del Senato.   Incentivo alla progettazione per i dipendenti pubblici Le pubbliche amministrazioni destineranno ad un fondo per la progettazione e l'innovazione una quota non superiore al 2% degli importi posti a base di gara di un'opera o di un lavoro. L’80% delle risorse del fondo sarà ripartito tra il responsabile del procedimento e gli incaricati della redazione del progetto, del piano della sicurezza, della direzione dei lavori, del collaudo, compresi i loro collaboratori, in base alle responsabilità e alla complessità delle ..Continua a leggere su Edilportale.comfonte: http://www.edilportale.com(riproduzione riservata)
  • Edilizia, il 2% del PIL deriva dalle riqualificazioni
    31/07/2014 – L’edilizia può uscire dalla crisi grazie alle ristrutturazioni e alle riqualificazioni energetiche, che rappresentano il 2% del Pil. È quanto emerge da un dossier del Servizio Studi della Camera, elaborato in collaborazione con il Cresme.   Nel 2013 sono stati spesi 116,8 miliardi di euro in manutenzione ordinaria e straordinaria. Ciò significa che il 66,9% dell’intero fatturato dell’edilizia è derivato dalla riqualificazione del patrimonio esistente. A pesare su questa situazione sono stati diversi fattori, come la vetustà degli edifici, la personalizzazione delle abitazioni acquistate, l’adeguamento degli impianti alle norme europee e la presenza degli incentivi fiscali.   In particolare, gli investimenti effettuati grazie agli incentivi fiscali hanno raggiunto i 27,5 miliardi di euro. Rispetto al totale, 23,5 miliardi sono stati assorbiti dalle ristrutturazioni e 4 miliardi dagli interventi..Continua a leggere su Edilportale.comfonte: http://www.edilportale.com(riproduzione riservata)
  • Infrastrutture, in arrivo oltre 200 milioni di euro
    31/07/2014 - Nella seduta di ieri, il Consiglio di Amministrazione della Cassa Depositi e Prestiti ha deliberato la concessione di finanziamenti per 203,5 milioni di euro finalizzati alla realizzazione di infrastrutture.   Un plafond fino a 123 milioni di euro è destinato alla linea 5 della Metropolitana di Milano, che si estende su un tracciato di 12,6 km nell’area nord-ovest della città. L’opera rientra nell’elenco delle infrastrutture strategiche del CIPE (delibera 121/2001), nonché fra le opere strategiche per la mobilità comprese nel piano infrastrutturale legato alla realizzazione dell’EXPO 2015.   L’infrastruttura, in gran parte già in funzione da marzo 2014, sarà completata entro il mese di ottobre 2015.   Il secondo stanziamento è una linea di credito per firma fino a 80,5 milioni di euro in favore di Cap Holding Spa, società concessionaria per la gestione del servizio ..Continua a leggere su Edilportale.comfonte: http://www.edilportale.com(riproduzione riservata)
  • Impianti termici, dal 15 ottobre in Lombardia obbligatoria la targa
    31/07/2014 – Contenimento dei consumi energetici, sicurezza e buon funzionamento degli impianti termici. Sono gli obiettivi che hanno spinto la Lombardia a rendere obbligatoria dal 15 ottobre 2014 la targa dell’impianto.   La targa consentirà di identificare tutti gli impianti termici con un codice di riconoscimento schedato all’interno del Catasto Unico Regionale Impianti Termici (CURIT). I cittadini potranno quindi collegarsi al CURIT con il codice della targa e la Carta Regionale dei Servizi (CRS) per verificare che il proprio impianto sia regolarmente registrato e monitorato.   In caso di nuova installazione, la targa verrà apposta dall’installatore, mentre per gli impianti di riscaldamento esistenti l’operazione avverrà a cura del manutentore.   Se l’impianto dotato di targa subisce delle modifiche sostanziali, come ad esempio il passaggio ad un diverso combustibile, dovrà essere dotato di una n..Continua a leggere su Edilportale.comfonte: http://www.edilportale.com(riproduzione riservata)