Affidati a BMB System per la realizzazione di pavimentazioni industriali in calcestruzzo e rampe antiscivolo!

Pavimenti industriali: soluzioni specifiche per ogni esigenza!

Dovete realizzare pavimenti industriali e non sapete a chi rivolgervi?
Ecco alcune utili informazioni da tenere presente nella scelta della ditta...

La realizzazione di pavimenti industriali richiede che la ditta esecutrice studi attentamente soluzioni specifiche che tengano in considearzione l’attività lavorativa svolta nell’ambiente.

Se ad esempio, nell’industria è previsto l’utilizzo di macchinari ad alta precisione con transito di carrelli computerizzati, è necessario realizzare pavimenti industriali a planarità controllata; se, invece, l’attività lavorativa nell’ambiente prevede l’impiego di sostanze aggressive, i pavimenti industriali dovranno presentare una particolare resistenza fisico-chimica al deterioramento esercitato da queste sostanze.

E’ evidente, quindi, che le soluzioni ottimali devono essere progettate caso per caso.

In generale, comunque, i pavimenti industriali devono garantire prima di tutto alta durabilità nel tempo e resistenza a tensioni o forze di distorsione connesse al lavoro svolto nell’industria.

Se cercate ditte che operano nel settore della realizzazione pavimenti industriali, è necessario, quindi che vi affidiate a ditte esperte, competenti e specializzate in questo settore, che sappiano comprendere le vostre esigenze e realizzare soluzioni specifiche per le vostre esigenze.

Desideriamo segnalarvi, in questo sito, le società che vantano una cospicua esperienza e che operano con competenza e serietà sul territorio nazionale.


BMB System

BMB System - pavimentazioni industriali in calcestruzzoBMB System, situata a Pontenure (Piacenza), è una società del gruppo Trust Company specializzata nella realizzazione di pavimenti industriali per settore logistica, opera in tutta Italia con dipendenti diretti ed è in grado di fornire assistenza sui cantieri con l'ausilio di proprie maestranze.

Per maggiori approfondimenti leggete la scheda pavimenti industriali »




Per suggerimenti su collegamenti esterni leggi la pagina Links »
BMB System - pavimentazioni industriali
BMB System s.r.l.


realizza:

  • pavimentazioni in calcestruzzo
  • pavimentazioni industriali
  • rampe antiscivolo
  • pavimentazionii civili

Per informazioni e preventivi chiamaci al


Tel. 0377.379.020

visita il sito
www.pavimentazioni-industriali.it


pavimentazioni industriali - BMB System

alcuni pavimenti industriali realizzati da BMB System

rampe antiscivolo - pavimentazioni industriali















NEWS

  • Ristrutturazioni ed ecobonus: l'Iva scenderà al 4%
    21/10/2014 - Entrerà nel vivo domani l’esame da parte dell’Aula della Camera del ddl Sblocca Italia. Sotto la lente di Montecitorio le numerose modifiche al testo approvate dalla Commissione Ambiente.   Due di esse, se venissero confermate, potrebbero dare una forte spinta al settore delle costruzioni e delle ristrutturazioni e al mercato immobiliare.   IVA AL 4% SUI LAVORI AGEVOLATI L'emendamento della Commissione Ambiente prevede che chi usufruisce delle detrazioni del 50% per le ristrutturazioni e del 65% per la riqualificazione energetica degli edifici, pagherà l’Iva al 4% anziché al 10% o al 22%.    Relativamente alle ristrutturazioni, la formulazione dell’emendamento fa sorgere qualche dubbio: il testo sembra includere nell’agevolazione solo gli interventi di ristrutturazione e non quelli di manutenzione straordinaria e di risanamento e restauro conservativo, e nemmeno gli altri interventi mi..Continua a leggere su Edilportale.comfonte: http://www.edilportale.com(riproduzione riservata)
  • Sblocca Italia, si va verso il Regolamento edilizio unico
    21/10/2014 – Più vicina l’adozione del regolamento edilizio unico grazie all’approvazione di un emendamento al ddl Sblocca Italia in Commissione Ambiente della Camera. La norma, pensata per facilitare l’attività dei professionisti, metterà la parola fine agli oltre 8 mila regolamenti al momento esistenti, con differenze sostanziali da comune a comune, creando un riferimento normativo più semplice ed omogeneo.   Intervenendo sull’articolo 17 del decreto Sblocca Italia, contenente le semplificazioni in materia edilizia, l’emendamento introduce un comma all’articolo 4 del Testo unico dell’edilizia (Dpr 380/2001) gettando le basi per l’uniformità dei regolamenti edilizi comunali.   In sostanza la Commissione Ambiente non ha proposto lo schema del regolamento edilizio unico, ma ha previsto che Governo, Regioni ed autonomie locali concludano accordi in Conferenza Unificata per l’ado..Continua a leggere su Edilportale.comfonte: http://www.edilportale.com(riproduzione riservata)
  • In area protetta vanno demoliti anche gli abusi minori
    21/10/2014 – È possibile sospendere i lavori e ordinare la demolizione delle opere realizzate in difformità, anche parziale, al nulla osta rilasciato dall’ente per la tutela del vincolo paesaggistico gravante sulla zona.   È la conclusione cui è arrivato il Consiglio di Stato con il parere 3074/2014.   Nel caso preso in esame dal CdS, su un immobile situato in un Parco erano stati eseguiti lavori di modifica del solaio e variazione della distribuzione degli spazi interni dell’abitazione.   Rilevata la difformità rispetto al nulla osta rilasciato, l’Ente Parco aveva ordinato la sospensione dei lavori e la riduzione in pristino dei luoghi entro 90 giorni.   Contro questa decisione l’interessato aveva presentato ricorso affermando che non si trattava di variazioni essenziali, quanto di varianti in corso d’opera di modesta entità, realizzate in parziale difformità rispetto al ..Continua a leggere su Edilportale.comfonte: http://www.edilportale.com(riproduzione riservata)
  • Dissesto idrogeologico, l'11 novembre gli Stati Generali
    21/10/2014 - La Struttura di Missione #italiasicura contro il dissesto idrogeologico e per lo sviluppo delle infrastrutture idriche, voluta dal Governo e guidata da Erasmo D’Angelis, convoca “Fuori dal fango! Gli Stati Generali contro il dissesto idrogeologico”.   Il prossimo 11 novembre nella “Nuova Aula dei Gruppi Parlamentari della Camera dei Deputati”, con Protezione Civile, Ministeri, Regioni, Comuni, associazioni e volontari, verranno presentati il nuovo modello di lavoro, le nuove normative e gli strumenti per eliminare ritardi, inerzie e incuria e far partire finalmente la più urgente delle opere pubbliche: la prevenzione e la riduzione dei rischi rappresentati da alluvioni e frane.   È prevista la partecipazione del Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Graziano Delrio, del Capo del Dipartimento della Protezione Civile Franco Gabrielli, del Ministro Ambiente, tutela del territorio e del mare ..Continua a leggere su Edilportale.comfonte: http://www.edilportale.com(riproduzione riservata)